DLG 267 00 AGGIORNATO PDF

Published by on August 1, 2020
Categories: Business

( n. / PARTE II Ordinamento finanziario e contabile. TITOLO Ordinamento finanziario e T.U.E.L: Il decreto aggiornato alla Legge 24 luglio Dibattito Conclusioni. gennaio , sia del decreto legislativo del (TUEL), aver studiato accuratamente sul testo aggiornato / e. Al comma 2 dell’articolo 12 del decreto legislativo 18 dicembre , n. 1- bis, del decreto del Presidente della Repubblica 19 settembre , n. .. ;. b ) al ricorso di cui all’articolo del codice di procedura civile; . In sede di prima applicazione del comma 2, l’aggiornamento della banca dati.

Author: Mujar Dakree
Country: Uzbekistan
Language: English (Spanish)
Genre: Science
Published (Last): 14 January 2007
Pages: 44
PDF File Size: 10.52 Mb
ePub File Size: 10.72 Mb
ISBN: 408-5-79582-204-9
Downloads: 51960
Price: Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader: Sharg

Accertamento, contrasto all’evasione ed all’elusione fiscale, nonche’ potenziamento dell’Amministrazione economico-finanziaria. All’articolo bis del decreto-legge 30 agoston. In applicazione del disposto dell’articolo 11, paragrafo 1 del regolamento CE n. E’ fatta salva la conservazione di campioni da utilizzare a fini giudiziari.

All’articolo 34, comma 4, del decreto-legge 23 febbraion. Dopo il comma 10 dell’articolo del testo unico delle imposte sui redditi di cui al decreto elg Presidente della Repubblica 22 dicembren. Le disposizioni del comma 10 si applicano anche alle prestazioni di servizi rese dai professionisti domiciliati in Stati o territori non appartenenti all’Unione europea aventi regimi fiscali privilegiati.

All’articolo 35, comma bisdel decreto-legge 4 luglion.

d lgs 267 aggiornato pdf merge

Al comma 2 dell’articolo 12 del decreto legislativo 18 dicembren. Ai fini dell’immatricolazione o della successiva voltura di autoveicoli, motoveicoli e loro rimorchi nuovi oggetto di acquisto intracomunitario a titolo oneroso, la relativa richiesta e’ corredata di copia del modello F24 recante, per ciascun mezzo di trasporto, il numero di telaio e l’ammontare dell’IVA assolto in occasione della prima cessione interna.

A tale fine, con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate, al modello F24 sono apportate ahgiornato necessarie integrazioni.

Per i veicoli di cui al comma 9, oggetto di importazione, l’immatricolazione e’ 000 alla presentazione della certificazione doganale attestante l’assolvimento dell’IVA e contenente l’eventuale riferimento all’utilizzo del plafond da parte dell’importatore. Con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate e’ fissata la data a decorrere dalla quale si applicano aggiornao disposizioni di cui ai commi 9 e 10 e sono individuati i criteri di esclusione dall’applicazione delle disposizioni di cui ai medesimi commi.

decreto legislativo n. 271/1989 norme attuazione codice procedura penale

Nel comma dell’articolo 1 della legge 30 slgn. All’articolo 7, quattordicesimo comma, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembren. Con il regolamento di organizzazione del Ministero dell’economia e delle finanze da adottare, ai sensi dell’articolo 4 del decreto legislativo 30 luglion.

Al fine di razionalizzare l’ordinamento dell’Amministrazione economico-finanziaria, potenziando gli strumenti di analisi della spesa e delle entrate nei bilanci pubblici, di valutazione e controllo della spesa pubblica e l’azione di contrasto dell’evasione e dell’elusione fiscale, con il predetto regolamento si dispone, in particolare, anche la fusione, soppressione, trasformazione e liquidazione di enti ed organismi.

Lo schema di regolamento e’ trasmesso alle Camere per l’acquisizione dei pareri delle competenti Commissioni parlamentari, le quali rendono il parere entro trenta aggiornwto dall’assegnazione. Al fine di ridurre gli oneri derivanti dal funzionamento degli organismi collegiali la struttura interdisciplinare prevista dall’articolo 73, comma 1, del decreto legislativo 30 luglion.

L’autorizzazione di spesa prevista dall’articolo 52, comma 37, della legge 28 dicembren. All’articolo 67 del decreto legislativo 30 luglion. I restanti componenti sono scelti tra i dirigenti dell’agenzia.

In sede di prima dg della disposizione di cui al comma 18 i comitati di gestione delle agenzie fiscali in carica alla data di entrata in vigore del presente decreto cessano automaticamente il trentesimo giorno successivo. All’articolo 3, comma 3, del decreto-legge 30 settembren. All’articolo 3 del decreto legislativo 13 aprilen. L’aggio di cui al comma 1 e’ a carico del debitore: Nel caso previsto dall’articolo 32, comma 1, lettera adel decreto legislativo 26 febbraion. All’articolo 3 del decreto-legge 30 settembren.

All’articolo 3, comma 22, lettera adel decreto-legge 30 settembren. Nel decreto del Presidente della Repubblica 29 settembren.

Nel caso di inottemperanza all’ordine di pagamento, si applicano le disposizioni di cui all’articolo 72, comma 2. All’articolo 35 del decreto-legge 4 luglion.

d lgs aggiornato pdf merge – PDF Files

Le amministrazioni pubbliche di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzon. Con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, da adottare ai sensi dell’articolo 17, comma 3, della legge 23 agoston. All’articolo del decreto legislativo 3 aprilen. All’articolo 17, comma 2, del decreto legislativo 26 febbraion. All’articolo 3, comma 28, del decreto-legge 30 settembren.

Ricevuta la segnalazione di cui al comma 1, l’agente della riscossione notifica all’interessato una proposta di compensazione tra il credito d’imposta ed il debito iscritto a ruolo, sospendendo l’azione di recupero ed invitando il debitore a comunicare entro sessanta giorni se intende accettare tale proposta. In caso di accettazione della proposta, l’agente della riscossione movimenta le somme di cui al comma 1 e le riversa ai sensi dell’articolo 22, comma 1, del decreto legislativo 13 aprilen.

  FAERIE TALE RAYMOND E FEIST PDF

In caso di rifiuto della predetta proposta o di mancato tempestivo riscontro alla stessa, cessano gli effetti della sospensione di cui al comma 2 e l’agente della riscossione comunica in via telematica all’Agenzia delle entrate che non ha ottenuto l’adesione dell’interessato alla proposta di compensazione. All’agente della riscossione spetta il rimborso delle spese vive sostenute per la notifica dell’invito di cui al comma 2, nonche’ un rimborso forfetario pari a quello di cui all’articolo 24, comma 1, del decreto del Ministro delle finanze 28 dicembren.

Nel decreto legislativo 26 febbraion. Tuttavia, l’agente della riscossione, una volta ricevuta la segnalazione di cui al comma 1 dello stesso articolo terformula la proposta di compensazione con riferimento a tutte le somme iscritte a ruolo a carico del soggetto indicato in tale segnalazione.

Le altre Agenzie fiscali e gli enti previdenziali possono stipulare una convenzione con l’Agenzia delle entrate per disciplinare la trasmissione, da parte di quest’ultima, della segnalazione di cui al citato articolo tercomma 1, anche nel caso in cui il beneficiario di un credito d’imposta sia iscritto a ruolo da uno dei predetti enti creditori.

Con tale convenzione e’ regolata anche la suddivisione, tra gli stessi enti creditori, dei rimborsi spese spettanti all’agente della riscossione. Il comma 2 dell’articolo 41 del decreto legislativo 13 aprilen. L’articolo 17, comma 1, del decreto legislativo 9 luglion. Per il servizio di riscossione dei contributi e premi previsti dall’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglion.

All’articolo 36 del decreto-legge 4 luglion.

decreto legislativo n. / norme attuazione codice procedura penale | Sapaf

Le disposizioni del comma 7 si applicano anche ai fabbricati strumentali acquisiti mediante contratti di locazione finanziaria con riferimento alla quota capitale del canone. Le disposizioni dei commi precedenti si applicano a decorrere dal periodo di imposta in corso alla data di entrata in vigore del presente decreto anche per le quote di ammortamento dei canoni relativi ai fabbricati costruiti, acquistati o acquisiti nel corso di periodi di imposta precedenti.

All’articolo 2, comma 3, del decreto legislativo 21 novembren. La disposizione del comma 2 si applica ai contratti stipulati a decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto. All’articolo 1, commadella legge 23 dicembren. Il comma 13 dell’articolo 36 del decreto-legge 4 luglion. Le disposizioni della lettera a del comma 12 si applicano alle perdite relative ai primi tre periodi d’imposta formatesi a decorrere dal periodo d’imposta in corso alla data di entrata in vigore del presente decreto.

Per le perdite relative ai primi tre periodi d’imposta formatesi in periodi anteriori alla predetta data resta ferma l’applicazione dell’articolo bis del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembren.

Il comma 11 dell’articolo 36 del decreto-legge 4 luglion. Per l’annol’articolo 3, comma 1, del testo unico delle imposte sui redditi di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembren.

Nel testo unico delle imposte sui redditi di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembren. Ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, i redditi delle persone fisiche iscritte nei registri anagrafici del comune di Campione d’Italia prodotti in franchi svizzeri nel territorio dello stesso comune per un importo complessivo non superiore a I soggetti di cui al presente articolo assolvono il loro debito d’imposta in euro.

Per l’annol’articolo del citato testo unico di cui al comma 8, si applica nel testo vigente alla data del 3 luglio Il comma 31 dell’articolo 36 del decreto-legge 4 luglion. Per l’annoil tasso convenzionale di cambio di cui all’articolo bis del testo unico delle imposte sui redditi di cui al comma 8 e’ pari a 0, euro per ogni franco svizzero. Il comma 25 dell’articolo 36 del decreto-legge 4 luglion. All’articolo 51, comma 2- bisdel testo unico delle imposte sui redditi di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembren.

Qualora detti titoli oggetto di investimento siano ceduti o dati in garanzia prima che siano trascorsi cinque anni dalla loro assegnazione, l’importo che non ha concorso a formare il reddito di lavoro dipendente al momento dell’assegnazione e’ assoggettato a tassazione nel periodo d’imposta in cui avviene la cessione ovvero la costituzione in garanzia.

Nel decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobren. A tale fine la richiesta di contributi agricoli, contenente la dichiarazione di cui al periodo precedente relativamente all’uso del suolo, deve contenere anche gli elementi per consentire l’aggiornamento del catasto, ivi compresi quelli relativi ai fabbricati inclusi nell’azienda agricola, e, conseguentemente, risulta sostitutiva per il cittadino della dichiarazione di variazione colturale da rendere al catasto terreni stesso.

All’atto della accettazione della suddetta dichiarazione l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura AGEA predispone una proposta di aggiornamento della banca dati catastale, attraverso le procedure informatizzate rilasciate dall’Agenzia del territorio ai sensi del decreto del Ministro delle finanze 19 aprilen. L’AGEA rilascia ai soggetti dichiaranti la ricevuta contenente la proposta dei nuovi redditi attribuiti alle particelle interessate, che ha valore di notifica.

  FRANCISCO TARREGA ETUDE IN E MINOR PDF

Qualora il soggetto dichiarante che riceve la notifica sia persona diversa dai titolari di diritti reali sugli immobili interessati dalle variazioni colturali, i nuovi redditi dovranno essere notificati a questi ultimi, utilizzando le informazioni contenute nelle suddette dichiarazioni.

In sede di prima applicazione del comma 2, l’aggiornamento della banca dati catastale avviene sulla base dei dati contenuti nelle dichiarazioni di cui al comma 2, presentate dai soggetti interessati nell’anno e messe a disposizione della Agenzia del territorio dall’AGEA. L’Agenzia del territorio provvede a notificare i nuovi redditi ai titolari dei diritti reali sugli immobili oggetto delle variazioni colturali, anche sulla scorta delle informazioni contenute nelle suddette dichiarazioni.

In tale caso non sono dovute le sanzioni previste dall’articolo 3 del decreto legislativo 18 dicembren. La richiesta, contenente gli elementi constatati, tra i quali, qualora accertata, la data cui riferire la mancata presentazione della dichiarazione al catasto, e’ notificata ai soggetti interessati.

Si applicano le sanzioni per le violazioni previste dall’articolo 28 del regio decreto-legge 13 aprilen. All’articolo 9, comma 3, lettera adel decreto-legge 30 dicembren. In tale caso non si applicano le sanzioni previste dall’articolo 28 del regio decreto-legge 13 aprilen. In caso di inadempienza si applicano le disposizioni contenute nel comma 5.

In caso di inottemperanza, gli d,g provinciali dell’Agenzia del territorio provvedono, con oneri a carico dell’interessato, agli adempimenti previsti dal regolamento del Ministro delle finanze 19 aprilen. Con provvedimento del Direttore dell’Agenzia del territorio, nel rispetto delle disposizioni e nel quadro delle regole tecniche di cui al decreto legislativo 7 marzon.

Decorso inutilmente il termine di nove mesi previsto dal comma 2, si rende comunque applicabile l’articolo 1, commadella legge 30 dicembren. A decorrere dall’entrata in vigore del presente decreto, il moltiplicatore previsto dal comma 5 dell’articolo 52, del testo unico delle disposizioni concernenti l’imposta di registro di cui al decreto del Presidente della Repubblica 26 aprilen.

Disposizioni in materia di imposte ipotecaria e catastale e di registro. Nel testo unico delle disposizioni concernenti le imposte ipotecaria e catastale di cui aggiornayo decreto legislativo 31 ottobren. Per le volture conseguenti aggiornat presentazione delle dichiarazioni di trasferimento di beni per causa di morte, limitatamente all’abitazione principale del defunto, la misura fissa dell’imposta si applica, in presenza delle condizioni aggiorrnato cui all’articolo 1- quinquieslettera adella Tariffa fino a concorrenza del valore di euro Ai trasferimenti degli immobili o dei diritti sugli stessi per atto a aggoornato gratuito o per causa di morte non si applicano le disposizioni di cui all’articolo 69, commi 3 e 4, della legge 21 novembren.

Nel testo unico delle disposizioni concernenti l’imposta di registro di cui al decreto del Presidente della Repubblica 26 aprilen. Per le dichiarazioni di trasferimenti per causa di morte si applicano i termini previsti dall’articolo 31 del decreto legislativo 31 ottobren.

L’imposta dovuta per i trasferimenti per causa di morte e’ liquidata e versata dagli eredi, dai legatari e dagli altri soggetti obbligati, unitamente agli altri tributi dovuti, entro i termini previsti per la presentazione della dichiarazione.

Per ogni altro bene o diritto si applicano le disposizioni di cui al titolo II, capo II, del decreto legislativo 31 ottobren. Non sono soggetti all’imposta i titoli del debito pubblico, tra i quali si intendono compresi i buoni ordinari del tesoro e i certificati di credito del tesoro, nonche’ gli altri titoli di Stato, garantiti dallo Stato o equiparati e ogni altro bene o diritto, dichiarati esenti da imposta da norme di legge. Per le d,g di trasferimento per causa di morte sono obbligati al pagamento dell’imposta i beneficiari dei trasferimenti per quanto a loro perviene a seguito della successione, nonche’ coloro che, aaggiornato qualsiasi titolo, sono tenuti a presentare la dichiarazione.

Per i trasferimenti per causa di morte si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni di cui al decreto legislativo 31 ottobren. Restano ferme le agevolazioni previste da altre disposizioni di legge. Al testo unico di cui al comma 3, alla Tariffa, parte I, annessa al citato testo unico delle disposizioni concernenti l’imposta di registro, di cui al decreto del Presidente della Repubblica, n.

Se hanno per oggetto aziende, azioni, obbligazioni, altri titoli o quote sociali:.